Che cos'è CONVIVENDOCON

Nella primavera del 2006, su iniziativa di due fisioterapiste ed una psicoterapeuta, si è formato un gruppo di persone legate tutte dalla stessa patologia; la SCLEROSI MULTIPLA, con vissuti ed età differenti. Tutto è iniziato con due sedute settimanali di fisioterapia ed un incontro serale di psicoterapia; questo, con il passare del tempo, ha reso il nostro gruppo sempre più unito ed affiatato, ci ha arricchito ed aiutato ad avere una visione più aperta e positiva della vita di tutti i giorni. Tutto questo è stato raggiunto grazie alla tenacia che tutti i componenti hanno dimostrato nel tempo, agli incontri ed ai laboratori.
Con il passare del tempo abbiamo capito l'importanza di ritrovarci insieme come gruppo tanto che, oltre agli incontri di terapia, abbiamo iniziato ad incontrarci autonomamente nelle nostre case. Infatti, anche se le cure mediche sono un elemento importante, crediamo che sia altrettanto indispensabile integrare tutto ci� con il gruppo che si è creato. Frutto del camminare insieme è stato prendere coscienza che tutto ciò ha portato beneficio a livello personale e di gruppo.
Il termine "CONVIVENDO-CON" é nato, per dare  un nome che poteva esprimere una identità e fisionomia al gruppo creato.
Il nome é formato dalla parola "CONVIVENDO" che sta a significare "vivere con", cioé vivere con la malattia; la "SCLEROSI MULTIPLA" giorno per giorno e viverla in tutti i suoi aspetti, belli e brutti che siano.
Successivamente, abbiamo aggiunto la parola "CON" che serve ad unire la parola convivendo con altre cose, vedi per esempio convivere con la solitudine, convivere con i problemi di tutti i giorni e tanti altri.
Con questa parola "convivendo-con" ,oltre a voler dare un'assonanza, volevamo dare anche come significato quello di non rinchiudersi in se stessi, non isolarsi, ma mettersi a confronto con altre realtà.
Nel logo "convivendo-con" abbiamo inserito come elemento una foglia che galleggia sulla superficie dell'acqua, volendoci così paragonare a quella foglia che non affonda anche in acque agitate, come noi non vogliamo affondare di fronte alle difficoltà e a tutte le problematiche del quotidiano.